Agevolazione per acquisti di interi fabbricati

Fino al 31 dicembre 2021, le imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare (che eseguono direttamente i lavori o che affidano a terzi i lavori in appalto), possono beneficiare di un regime di tassazione agevolato con l’applicazione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura fissa di Euro 200 ciascuna, per l’acquisto di interi fabbricati e con l’obbligo che, entro i successivi 10 anni, provvedano alla demolizione e ricostruzione degli stessi, anche con aumento della volumetria del fabbricato esistente, in conformità alla normativa antisismica ed in classe energetica A, B o NZEB ed allo loro successiva alienazione (anche in più unità immobiliari) di almeno il 75% del volume del nuovo fabbricato.

Tale agevolazione è stata introdotta dall’art.7 del Decreto Legge 30.04.2019 n.34 (c.d. Decreto Crescita) convertito dalla Legge 28.06.2019 n.58, al fine di incentivare il rinnovamento del vetusto patrimonio edilizio italiano, aumentando, nel contempo, la sicurezza ed il confort abitativo e riducendo il fabbisogno energetico.

Tale acquisto agevolato può riguardare edifici condominiali e fabbricati con qualsiasi destinazione d’uso e si applica sia che il cedente sia un privato, che un’impresa in esenzione i.v.a.

Per fare un esempio, l’acquisto di un intero fabbricato da un soggetto privato al prezzo di Euro 500.000, con il regime agevolato l’impresa paga le imposte sul trasferimento per complessivi Euro 600 (200 x 3), mentre con il regime ordinario avrebbe pagato Euro 45.100 (9% imposta di registro pari ad Euro 4.500 + Euro 50 per imposta ipotecaria ed Euro 50 per imposta catastale), risparmiando così ben Euro 44.500.

Nel caso in cui le due condizioni (l’effettuazione dei lavori di demolizione e ricostruzione e la successiva vendita) non vengano rispettate, l’impresa acquirente dovrà pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, più una sanzione del 30% di dette imposte e gli interessi di mora a partire dalla data di acquisto del fabbricato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *